Gerusalemme Gerusalemme

gerusalemme

El Goffredo del Tasso cantà alla barcariola

primo studio

con Sofia Ballarin, Irene Baldo,
Arianna Calgaro, Maddalena Donà,
Laura Marcon, Emma Padoan, Chiara Scià

costruito e diretto da
Antonella Zaggia e Piermario Vescovo

Tomaso Mondini per il suo Pantalone mercante fallito ha interessato, fin dalla sua fondazione, l’Avogaria: dalla messinscena di Giovanni Poli nel 1970 al successivo suo vario utilizzo di quel testo, in particolare ne Gli ultimi carnevali di Venezia. Ancora, subito dopo la sua morte, nel 1981, uno spettacolo da suoi testi coinvolgeva proprio – dopo essere stati allievi della scuola – i realizzatori del presente.
Ma Mondini era soprattutto noto al suo tempo – e il suo nome ha un qualche rilievo nella letteratura dell’età barocca – per la sua libera, splendida, reinvenzione della Gerusalemme liberata in dialetto veneziano, ispirata al canto in gondola delle ottave del poema, e per questa detta “alla barcariola” (1693).
Ecco, dunque, un primo “studio”, dedicato soprattutto alle storie di Clorinda e Armida, per un corso che quest’anno ha visto iscritte solo allieve e nessun allievo: sette giovani donne, impegnate come narratrici e manovratrici di burattini. Il pubblico assisterà a un primo abbozzo per un augurabile futuro spettacolo, nella forma del tutto aperta e provvisoria di una “dimostrazione di lavoro”, come si addice a un saggio di seminario.
Le storie della Gerusalemme liberata non sono più oggi, nel dilaniato e sanguinoso presente che viviamo, innocue avventure di repertorio. Questo è un motivo sufficiente per sceglierle come materiale di lavoro. Quanto all’impiego del “Tasso alla veneziana”, in esso paradiso e inferno, come gli opposti campi dei cristiani e dei musulmani, sono reinventati tra calli e canali. Ecco dunque una via particolare e caratterizzante – una volta si diceva una “tradizione” – per tentare una simile impresa.

Al Teatro a l'Avogaria
sabato 29 aprile 2017, ore 21.00
domenica 30 aprile 2017, ore 18.30

Prenotazioni
041.0991967 | 335.372889
prenotazioni@teatro-avogaria.it

Le iniziative organizzate dall'Associazione Culturale Teatro a l'Avogaria sono riservate ai soci. È possibile scaricare il modulo d'iscrizione da questo indirizzo:. Il modulo deve essere stampato, compilato e consegnato quando ci si reca in sede. La quota associativa per l'anno sociale 2019/2020 è di 20,00€.

Categorie: Scuola, Spettacoli