Il giocatore di Biribissi

biribissi

di e con Alessandro Bressanello
e con Bruno Pietro Spolaore

Nel 1638 a seguito del dilagare dell’azzardo nella pubblica via, viene creata a Venezia la prima casa da gioco gestita direttamente dallo stato. Da quel momento la città diventa un enorme Casinò, i Ridotti dove si gioca non si contano più; i giochi d’azzardo, sia quelli di carte come la Bassetta, il Faraone, la Meneghella, sia quelli da tavolo come il Biribissi e il Lotto Reale, coinvolgono nobili e popolani.
Tutti a Carnevale, sotto la maschera, vincono, sperperano fortune, barano e truffano gli ingenui che si cimentano nelle sale private e pubbliche, che sorgono ormai in ogni sestiere.

Il nobilomo Florindo Querini, gran giocatore, racconterà le sue disavventure al gioco, illustrando allo stesso tempo i giochi stessi e coinvolgendo gli spettatori in una partita a Biribissi, il gioco precursore della moderna roulette. Non mancheranno i riferimenti alla attualità veneziana filtrata attraverso il linguaggio dell’epoca. Verranno inoltre presentati alcuni sonetti erotici di Giorgio Baffo, poeta veneziano , presenti nel cd “Lode alle tette” realizzato in occasione dei 250 anni dalla morte.

Al Teatro a l'Avogaria
sabato 26 gennaio 2019, ore 21.00
domenica 27 gennaio 2019, ore 17.00

Prenotazioni
041.0991967 | 335.372889
prenotazioni@teatro-avogaria.it

Le iniziative organizzate dall'Associazione Culturale Teatro a l'Avogaria sono riservate ai soci. È possibile scaricare il modulo d'iscrizione da questo indirizzo:. Il modulo deve essere stampato, compilato e consegnato quando ci si reca in sede. La quota associativa per l'anno sociale 2019/2020 è di 20,00€.

Categorie: Spettacoli