Le barufe in famegia

barufe

commedia in tre atti di Giacinto Gallina
a cura della compagnia Filodrammatica di Cavarzere
per la regia di Ileana Dal Checco

Momolo, il protagonista vive in casa con cinque donne ( la madre, la moglie, la figlia, la sorella e la cameriera) continuamente divise dai litigi come spesso comporta la vita in comune. La sua esistenza è una specie d’inferno ed ogni suo tentativo di porre fine alle discordie risulta inutile. A complicare le cose vi sono Toni e Orsolina, innamorati dispettosi, e il cugino Ubaldo, ospite della famiglia, il quale, senza volerlo, ha infatuato Orsolina e acceso le smanie amorose dell’anziana zia Nene. Le barufe si fanno sempre più incandescenti, tra offese e minacce, finché Toni, riappacificatosi con Orsolina, dichiara di essere pronto a sposarsi e ad accogliere in casa sua la madre della sposa. Sarà così attuata la separazione delle due acerrime nemiche, suocera e nuora, e messo fine alle “barufe in famegia”.

Gallina scrisse questa commedia, che gli aprì la strada verso una brillante carriera di drammaturgo, nel 1872.

La Filodrammatica è una compagnia teatrale, nata a Cavarzere agli inizi del ’900. Ricostituitasi nel 1985, dopo circa quarant’anni di inattività dovuta alle interruzioni della guerra e all’alluvione del Polesine, si propone di mantenere vivi sia l’espressione teatrale, sia la conoscenza e l’amore per quegli autori veneti le cui opere sono uscite dal circuito degli spettacoli a livello professionale. Nel suo repertorio trovano dunque posto i Rocca, i Gallina, i Selvatico.

PRENOTAZIONI
3405570051 dalle ore 10,00 alle ore 12,30
3356330079 dalle ore 16,00 alle ore 18,30

Al Teatro a l'Avogaria
domenica 2 febbraio 2020, ore 16.30

Categorie: Spettacoli