Il prodigio

SAGGIO DI METÀ CORSO 2012/13 DEGLI ALLIEVI DELLA SCUOLA GIOVANNI POLI DEL TEATRO A L’AVOGARIA

regia di Stefano Pagin

con gli allievi del corso di teatro 2012/13: Giuseppe Bellomo, Alex Bonora, Giovanni Conigliaro, Marianna Cossu, Riccardo Dal Toso, Greta Giancola, Vittorio Lora, Viola Lucio, Alessandra Marsala, Beatrice Raccanello, Nicolò Rossi, Elena Terziario

Quest’anno in occasione del saggio di metà corso della scuola di recitazione Giovanni Poli del Teatro a L’Avogaria abbiamo scelto di ispirarci a un racconto breve di Isaac Singer, uno dei massimi autori della letteratura ebraica del novecento e non solo.
Isaac Singer è nato a Radzymin in Polonia nel 1904 ed è morto a Miami nel 1991. Ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1975.
Il prodigio è un racconto misterioso. Siamo alla fine degli anni venti a Varsavia. Kopel Rashkes, un ebreo di famiglia chassidica dall’intelligenza superiore alla norma, docente di matematica, e campione di scacchi fin dalla più tenera età, è un uomo dal grande carisma personale. Le infinite domande che affollano la sua mente in merito all’esistenza e l’origine di Dio, la vita ultraterrena, la comunicazione tra la sfera del mondo dei vivi e quello dell’aldilà, domande alle quali la matematica e la fisica non riescono a rispondere lo portano ad interessarsi e a praticare lo spiritismo. Ma Kopel Rashkes è divorato da un tarlo segreto: quello della gelosia. In un susseguirsi di pressanti interrogatori, inesistenti confessioni estorte alla bella e fragile moglie, attraverso sedute spiritiche e affidandosi ai criptici messaggi di uno spirito guida, i fantasmi del tradimento creati dalla mente di Rashkes si incarnano e divengono reali.
Il prodigio racconta della perdita della strada maestra, dell’allontanamento dai valori della religione, racconta di una manipolazione collettiva.
È la metafora di quegli anni trenta del secolo scorso quando l’Europa si stava avvicinando a grandi passi verso una delle più oscure tragedie della Storia.

Ingresso libero. È gradita la prenotazione

Al Teatro a l'Avogaria
venerdì 15 e sabato 16 marzo 2013, ore 21
domenica 17 marzo 2013, ore 18

Prenotazioni
041.0991967 | 335.372889
prenotazioni@teatro-avogaria.it

Categorie: Scuola, Spettacoli, spe_scuola